Nordic Walking Salute  
Senza-titolo-1

Prevenzione Generale

E’ noto quanto il benessere implica una sinergia tra salute fisica e psichica ottimizzando la nostra vita generale, quindi una consapevolezza e organizzazione di tali risorse è principio fondamentale al perseguimento del beneficio.

L’attività del Nordic Walking Salute rientra nella sfera delle discipline dolci adatte a tutte le persone di ogni età ed anche in condizioni di malattia, che grazie all’AFA, Attività Fisica Adattata, possono ottenere ottimi risultati in termine di salute. Diabete, cardiopatie stabilizzate, sindrome dismetabolica, obesità sono le indicazioni più note, ma molte altre traggono beneficio da questo tipo di attività fisica che diventa utile anche nel prevenirle.

Effetti positivi si realizzano a carico del sistema cardiocircolatorio, la capacità funzionale cardiovascolare è più efficace, per cui si riduce il consumo di ossigeno del cuore ed aumenta la quantità di sangue pompato, si riduce la frequenza cardiaca a parità di carico di lavoro, la circolazione migliora e con le pareti dei vasi più elastiche si riduce anche la pressione arteriosa (8-10 mmHg) nei soggetti con pressione alta.

Contemporaneamente si modifica il metabolismo dei grassi e degli zuccheri, aumenta il colesterolo “buono” HDL, si riduce quello cattivo “LDL”, diminuisce il peso corporeo, migliora la sensibilità all’insulina prevenendo il diabete, si riducono i livelli di fibrinogeno e l’adesività delle piastrine prevenendo le trombosi.

Intervenendo su più fronti, il Nordic Walking previene così il rischio di infarto, arteriosclerosi e ictus. Si ottengono effetti benefici anche sull’apparato respiratorio, rinforzando i muscoli della gabbia toracica e aumentando il volume di aria inspirato si migliora l’efficienza di un organo importante per lo scambio gassoso, risultando il Nordic Walking un’attività aerobica per eccellenza.

Miglioramenti si verificano anche a favore dell’apparato osteo-articolare che muovendosi in modo naturale mantiene o addirittura accresce l’elasticità di tendini e legamenti, favorisce la deposizione ossea con prevenzione dell’osteoporosi, ristabilisce la mobilità della colonna vertebrale con l’obiettivo di evitare il mal di schiena e posture errate. Il muscolo, più ossigenato e stimolato dalla camminata si irrobustisce e rinforza permettendo anche un miglior equilibrio statico e dinamico.

Perfino i piedi, sollecitati dalla compressione e dal rilasciamento della rullata, agiscono da pompa per un efficace ritorno venoso.

E non potevano mancare gli effetti psicologici, camminare produce rilassamento e contribuisce a migliorare il tono dell’umore, riducendo stress e depressione.

Per consultare alcune delle ormai numerose pubblicazioni medico-scientifiche che sono state pubblicate negli ultimi anni in merito al tema del nordic walking e la salute clicca qui (link)

Se sei incuriosito dal nordic walking e vuoi provare o saperne di più, non esitare a contattarci.

Chiedi sempre un parere e un consiglio anche al tuo fisioterapista e al tuo medico curante con cui, se sarà necessario, il nostro staff si metterà in contatto.

“L’attività fisica aggiunge anni alla vita e vita agli anni”